Palco libero al Trianon 24 e 25 settembre

Le due serate conclusive del mese di settembre.                        

palco24

«Palco libero al Trianon», due concerti e trasferta a Faenza
in attesa di inaugurare la stagione 2012/2013 del teatro.

Lunedì 24 e martedì 25 settembre gli ultimi concerti estivi di Palco libero al Trianon.

Poi un appuntamento in trasferta a Faenza per partecipare a Supersound. Sabato 29 e domenica 30 settembre Palco libero sarà presente al festival di musica italiana dal vivo per giovani emergenti con uno stand espositivo e con l’esibizione di alcuni dei “proprî” gruppi nello spazio delle Rete dei festival.

Ma la nuova rassegna musicale del teatro pubblico del centro antico, che dà spazio alle formazioni indipendenti napoletane e campane, non si arresta al mese di settembre: proseguirà, infatti, venerdì 5 ottobre prossimo, inaugurando la stagione 2012/2013 del Trianon con una serata speciale che vedrà la partecipazione di Charlie Gnocchi e Alessandro Greco di Rtl 102.5.

Lunedì 24 settembre si esibiranno Amigdala, NapoliExtraComunitaria e Altotas, con ospite il giornalista Jonathan Giustini dell’agenzia Carta da musica.

Martedì 25 settembre sarà, invece, la volta di R&Fusion, Beyond laugh e Napomunno, con la partecipazione Paolo Cobianchi di Generazione X dell’auditorium Parco della Musica di Roma.

Il teatro è climatizzato. Ingresso libero per il pubblico.

Palco libero è organizzato in collaborazione con il Mei – Meeting degli Indipendenti e il suo festival di musica italiana dal vivo per giovani emergenti Supersound di Faenza, al quale parteciperà direttamente il Trianon, la fiera del disco e della musica DiscoDays e il webmagazine specializzato Mayday news di Napoli, con il media partnering di radio Marte.

_______________________________________________________

lunedì 24 settembre, ospite Jonathan Giustini

Amigdala

La formazione propone una musica di matrice “fusion”, in cui si fondono i nuovi percorsi del jazz e la musica d’avanguardia, con un suono morbido ma sostenuto, dal sapore jazz-progressive.

Il repertorio è composto da brani strumentali, tra inediti, qualche standard e omaggi ai Beatles, Area, Zappa e Weather Report.

Il primo cd autoprodotto, Opere omus, è composto da brani originali e da una rielaborazione della Mela di Odessa degli Area, con la partecipazione di storici musicisti della scena napoletana, come Lino Vairetti (Osanna), Maurizio Capone (Capone&BungtBangt), Marcello Coleman (Almamegretta), Marco Francini, Riccardo Veno e Luca Saccoia, voce recitante nel brano Opere Omus.

Il gruppo: Marco Gesualdi (chitarra), Vittorio Nicoletti Altimari (basso), Carmine Brachi (batteria), Luca Toller (piano e synth) e Francesco Gallo (sax e flauto).

NapoliExtraComunitaria

Per il gruppo: «La vera musica popolare è un linguaggio che viene articolato realmente quando è funzionale alla collettività cui appartiene; essa è essenzialmente imperniata su linguaggi che hanno alla base un mito, un modello, un archetipo teso a esorcizzare angosce, ansie e inquietudini nate da quotidiane frustrazioni sessuali, di morte ed esistenziali. Questi linguaggi, dai concetti antichi ma pur sempre nuovi, si diffondono e rivivono con sempre maggiore verve nel momento in cui una comunità in grado di recepirli, incontra un esecutore capace di articolarli. Questo è il nostro compito, il nostro impegno. Grazie ad esso una Napoli diversa e lontana dagli stereotipi di pizza e mandolino, una Napoli vera, di tutti i giorni, dove la Cultura fa parte del vivere quotidiano, questa Napoli viene prepotentemente fuori e di bocca in bocca raggiunge migliaia di persone. E cunti e fatti e aneddoti del passato che, per la loro intensità, non sono lontani dalle vicende e dalla vita di oggi.»

Altotas

Il gruppo nasce nel 2010, dall’incontro di alcuni amici musicisti napoletani per dare vita ad un progetto musicale inedito, basato tutto sul “live”.

Durante la VesuWave degli anni ‘80 i componenti della band hanno collaborato, fra gli altri, con Riccardo Cocciante, Chattanooga, Panoramics, Ressa, Cibo, compagnia musicale Paolo Di Sarcina, Moja, Senza luce e Ferrania Colors. In campo televisivo hanno partecipato a programmi quali Quelli della notte, Doc, FestivalBar, Una canzone per l’estate, Splash, DiscoRing, Domenica in e Va pensiero.

Gli Altotas fondono musica spiccatamente pop/rock con la fusion, il blues e il dub senza dimenticare le radici ritmiche partenopee, con una formazione composta da sette elementi: voce solista, batteria, basso, due chitarre, sax e cori, voce femminile.

Attualmente è in preparazione il primo cd che uscirà nel prossimo mese di dicembre.

————————–————————–————————–

martedì 25 settembre, ospite Paolo Cobianchi

R&Fusion

La cifra del gruppo è la ricerca incessante per una fusione di generi con la costante curiosità per le sperimentazioni innovative e la valorizzazione del dialetto napoletano.

Il suo è un viaggio sonoro intensamente jazz, ma scosso da slanci pop, che sposa con originalità le aspettative dell’avanguardia indie riappropriandosi perfino delle ricercatezze della musica classica.

Il gruppo è composto da Emanuele Ammendola (contrabbasso, voce), Caterina Bianco (violino e voce), Gianluca Rovinello (arpa), Pasquale Benincasa (percussioni e vibrafono), Pier Luigi Tortello (sax) e Luigi Caiazzo (batteria).

Beyond laugh

Il gruppo è stato fondato nel 2011, da un’idea di Sebastiano Esposito, Mario Palladino e Costantino Riemma, rispettivamente chitarrista, batterista e bassista.

Il sogno dei tre, nascosto «al di là di un sorriso», è trasmettere al pubblico l’idea della spensieratezza e del divertimento.

Sebastiano e Mario, entrambi di Brusciano, hanno iniziato a suonare insieme nel 2008, formando, in solo due giorni, un gruppo che ha sperimentato con diverse configurazioni e che permette ai due di maturare musicalmente e rafforzare la loro comprensione.

Napomunno

Il gruppo, di recente formazione, è composto da otto musicisti con l’idea comune di interpretare canzoni inedite, sia in dialetto napoletano sia in lingua italiana.

La sua musica è il risultato della contaminazione del world e anche del pop, poiché una serie di canzoni è sviluppata su sequenze ritmiche moderne.

Gli autori dei brani sono Enzo Vorraro (musica, testi arrangiamenti) e Cecilia di Maio (musica e testi).

scritto da gennaro il 22 settembre 2012 / lascia un commento

commenti

lascia il tuo commento

ildisco.it: I dischi in redazione

Il disco.it

advertise

Rete dei Festival

Club Tenco

club Tenco

La leva cantautorale

club Tenco

Bravo On Line

Il sito della canzone dei cantautori italiani e della musica di qualità. www.bravonline.it

tag cloud