Bungaro al Blue Note

Al Blue Note di Milano il concerto di Bungaro.   Bungaro - Arte

BUNGARO

“ARTE”

BUNGARO – voce/chitarra acustica
AIDAN ZAMMIT -  tastiere, pianoforte
LORENZO FELICIATI – contrabbasso e basso elettrico
GIANLUCA  PALMIERI – batteria
MICHELE ASCOLESE – chitarre& bouzouki

QUARTETTO D’ARCHI

ADRIANA ESTER GALLO, MARIO GENTILI: violini
GRAZIA PORCINO: viola;  GIUSEPPE TORTORA: violoncello

Ospite:
PAULA MORELENBAUM

SABATO 8 GENNAIO ORE 21,00
BLUE NOTE
via Borsieri 37 – Milano
box office 02 69 01 68 88
biglietti 18-23 Euro

Bungaro, autore e cantautore tra i più originali e apprezzati dalla critica italiana, presenta il suo nuovo live “Arte”. A fargli  compagnia sul palco la voce sensuale ed elegante della cantante carioca Paula Morelembaum.

Bungaro fa evolvere, naturalmente, il suo progetto discografico in un live e, sulla scia del grande successo raccolto lo scorso 9 ottobre all’Auditorium  di Roma, riparte da Milano, dal  Blue Note, per poi intraprendere un vero e proprio tour che si concluderà a Rio de Janeiro con l’uscita e la presentazione di “Arte” per la Biscoito Fino, l’etichetta che rappresenta  l’eccellenza della musica brasiliana.

ARTE

ARTE è l’ultimo disco di Bungaro registrato tra Rio De Janiero e Roma (masterizzato a NY ed uscito in Italia con distribuzione Egea nel febbraio scorso),  con ospiti del calibro di Fiorella Mannoia, Paola Morelenbaum, Ferruccio Spinetti, Omar Sosa, Neri Marcore’, Lucilla Galeazzi, Ambrogio Sparagna, Aidan Zammit e Michele Ascolese.

Quattordici brani, scritti e pensati da Bungaro e Pino Romanelli con una complicità’ sperimentata nel corso degli anni creando testi per i maggiori artisti italiani (Ornella Vanoni, Antonella Ruggiero, Nicky Nicolai, Gianni Morandi, tra gli altri). Fatta eccezione per ”Il destino infortunato”, brano in cui Bungaro firma la musica di un testo inedito di Sergio Endrigo  in cui la poesia del testo e’ sostenuta dal pianista cubano Omar Sosa e dalle invenzioni del contrabbasso di Ferruccio Spinetti. Due brani in dialetto salentino danno una particolarità’ ritmica al disco: “Madonna del finimondo”, un canto appassionato di Lucilla Galeazzi che si fonde con l’organetto di Ambrogio Sparagna dando vita ad una danza frenetica e liberatrice come una taranta che affronta però’ le problematiche di oggi, e “Piccenna mia”, ninna nanna dedicata alla figlia Giulia che celebra l’incontro tra la poesia dialettale e l’universo musicale brasiliano che si esprime attraverso la chitarra di Guinga. E se la voce di Fiorella Mannoia si accompagna a quella di Bungaro ne ”Il Deserto”, brano che vive di una luce comunicativa più’ tipica della canzone d’autore, e’ il portoghese di Paula Morelenbaum a condividere con Bungaro le strofe di “Arte”, brano che da’ il titolo all’album. Mentre e’ ironica e visionaria la partecipazione di Neri Marcore’ ne “Il piacere di vederti”, brano che celebra l’amicizia di lunga data tra l’attore e il musicista che si confrontano sul proprio mestiere e sulla voglia ancora di giocare guardando i propri figli crescere.

“Arte” è un disco che contiene dentro di sé due mondi: uno sognante e uno reale, nel senso che è più vicino alla vita, più di quanto si possa immaginare. Non insegue una moda ma segue un percorso preciso, nei suoni e nei testi. “Piccole “composizioni”, che dal centro del loro essere trasmettono un flusso energico e profumato come un’essenza. E le  voci femminili che si legano a quella di Bungaro: Paula Morelenbaum, Fiorella Mannoia, Lucilla Galeazzi, voci di donne che vivono fortemente il loro tempo.

BUNGARO
Muovendosi tra diversi territori dell’arte, frequenta la canzone d’autore, il cinema e il teatro. Cinque album alle spalle ed una serie di collaborazioni con grandi artisti italiani quali Ornella Vanoni, Fiorella Mannoia,Antonella Ruggiero, Lucilla Galeazzi Patrizia Laquidara Stefano di Battista, Neri Marcore’,Rocco Papaleo,Ferruccio Spinetti, Nicky Nicolai, Massimo Ranieri,Ambrogio Sparagna. Inoltre ha scritto e collaborato con nomi della scena internazionale quali Youssou N’dour (Senegal), Omar Sosa (Cuba), Daniela Mercury (Brasile), Kay McCarthy (Irlanda), Paula Morelembaum (Brasile), Malu (Spagna), Tinkara (Slovenia), Ian Anderson (UK ) e tanti altri.

Nel 2003 la sua canzone “Agisce”, ha vinto il premio Musicultura e della critica. Un altro importante risultato riesce a raggiungerlo grazie alla sua ultima partecipazione a Sanremo 2004 con l’indimenticabile “Guardastelle” che riceve il premio Volare per la miglior musica.

Nel 2004 esce “L’attesa”, disco nel quale sono presenti i chiari segni della grande tradizione della canzone d’autore e collaborazioni internazionali e di qualità, come quella con Youssou N’dour, Daniela Mercury e il grande regista francese Patrice Leconte.

Nel dicembre 2006 scrive insieme a Aidan Zammit le musiche de “La matematica del gol”, un film/documento pubblicato dalla Fandango libri con scritti, tra gli altri, di Marco Lodoli, Sandro Veronesi,Walter Veltroni.

Nel settembre 2007 esce l’album di Ornella Vanoni “Una bellissima ragazza” che contiene tre brani scritti da Bungaro, tra cui “Pagine” che, con un testo scritto da Pino Romanelli, riceve il Premio Lunezia 2008 per il valore letterario, come miglior canzone. Nel frattempo per il mercato europeo esce l’album dell’artista slovena Tinkara, che contiene due brani scritti da Bungaro con la collaborazione di Jan Anderson dei Jethro Tull.

Bungaro firma un brano contenuto nel nuovo album di Fiorella Mannoia, “Il movimento del dare”, uscito nel novembre 2008, ponendosi così a fianco dei più grandi autori del panorama italiano, da Franco Battiato a Ivano Fossati, da Tiziano Ferro a Jovanotti, Pino Daniele, Ligabue.

Nella primavera del 2008 prende parte al progetto benefico per l’ambiente “Capo Verde, terra d’amore” prodotto da Sony-BMG, interpretando “La mia piccola città” (arrangiamento di Michele Ascolese) a fianco di Cesaria Evora, Teofilo Chantre, Bruno Lauzi, Gianni Morandi, Ornella Vanoni, Antonella Ruggiero, Eugenio Bennato, Mario Lavezzi e moti altri. Il 31 ottobre 2008 Bungaro è tra gli artisti che partecipano a Elettrocardiodramma (Racconti per musiche e voci), un progetto di Pino Romanelli pubblicato da Manni Editore con Rita Marcotulli Alessandro Haber, Niccolò Fabi, Rocco Papaleo, Ornella Vanoni, Aisha Cerami Isa Barzizza, Aidan Zammit Pasquale Minieri, Michele Ascolese, Max Calò, Lorenzo Feliciati.

Per il cinema Bungaro ha scritto canzoni e musiche che sono state inserite  nei film “Io No” (regia di Ricky Tognazzi), “Non Aver Paura” (regia di Angelo Longoni) con Laura Morante e Alessio Boni. “Occhi Belli” scritta e interpretata da Bungaro per il film “Io No” ha vinto il premio Ischia Music & Film Award. “Bobbolone” e “Compito in classe”, per la regia di Daniele Cascella, vincitore del “Giffoni Festival”, nomination “Golden Globe 2006″.

PREMI & RICONOSCIMENTI

Festival di Sanremo:
1988 “Sarà forte” Bungaro (Premio della Critica); 1998 “Senza Confini”
Eramo e Passavanti (Premio della Critica); 2002 “Lividi e Fiori” Patrizia
Laquidara (Premio della Critica); 2004 “Guardastelle” Bungaro (Premio
Volare – migliore musica).
Premio Recanati:
2001″Agisce” Patrizia Laquidara (Premio della Critica e migliore musica).
2007 “Calmapparente”Viola Selise (Premio Miglior Musica).
Premio Lunezia:
2004 “Guardastelle” Bugaro (al “Valore Letterario dei Testi nelle Canzoni
italiane”).
Premio Lunezia miglior disco luglio 2010
Premio miglior autore Festival Mediterraneo Brindisi luglio 2010
Premio Ischia Global Awards 2010

Links:
www.myspace.com/bungaro

scritto da gennaro il 17 dicembre 2010 / lascia un commento

commenti

lascia il tuo commento

ildisco.it: I dischi in redazione

Il disco.it

advertise

Rete dei Festival

Club Tenco

club Tenco

La leva cantautorale

club Tenco

Bravo On Line

Il sito della canzone dei cantautori italiani e della musica di qualità. www.bravonline.it

tag cloud