10102 Sergio Colicchio

Intervista a Sergio Colicchio.

Intervista a Sergio Colicchio in occasione del suo concerto all’Arenile Reload di Napoli. Il musicista napoletano presenterà dal vivo brani tratti dal suo progetto Timing Alfa intitolato “Be fast or be last”.

scritto da gennaro il 11 ottobre 2010 / 7 commenti

commenti

  • scritto da Sandro il 15 ottobre 2010

    Chiedo umilmente scusa alla redazione, è un po di tempo che vi seguo ed ho una certa considerazione di voi e delle vostre competenze musicali!
    Ma con enorme meraviglia vi dico che ho visto l’intervista di Gennaro Pasquariello a Sergio Colicchio…, mi sono chiesto e continuo a chiedermi:” da dove l’avete pescato sto soggetto?!!!”, vi chiedo:
    sul serio è un musicista? no perchè ho visitato il suo sito, a me sembra uno di quei mitomani che tentano di fare cose strane e stravaganti, ma in fondo scontate tanto per darsi visibilità. Avete presente i casting di sti reality che oggi vanno tanto? stiamo a quei livelli!
    Poi io sono un cultore della musica, mi piacciono un po tutti i generi, ma questo cosa suona? eppure ho letto sulla sua biografia di studi, titoli e partecipazioni con protagonisti importanti, ma no non ci credo, non puo essere.
    Durante l’intervista ho sentito parlarlo di sta serata a Napoli, apparte il modo in cui l’ha presentata manco fosse chissà che evento, poi non riesco a capire tecnicamente che cosa compone…ma dice sul serio??? oppure è uno scherzo? nel caso comunicatelo sul sito.
    Comunque spero che in futuro ci offriate qualche personaggio più interessante e talentuoso, nell’attesa vi saluto e ringrazio.
    Sandro Belli

  • scritto da roberta il 16 ottobre 2010

    Gentile Sandro,
    ho appena letto il suo commento e sono rimasta sorpresa dell’inaspettato e inappropriato attacco nei confronti di Sergio Colicchio.
    Conosco Sergio da quando è nato e posso assicurarle che quanto sta scritto nel cv è tutto vero: due diplomi in conservatorio, una laurea e tutte le esperienze professionali lì riportate. Millantare esperienze lavorative sarebbe una cosa pessima, ma accusare di farlo (quando, tra l’altro è riportata solo verità) è una cosa bieca e che non merita neanche risposta.
    Forse lei ha un problema con i giovani musicisti che intraprendono nuovo progetti musicali ed esplorano nuove frontiere. Non so esattamente cosa faccia nella vita: in realtà, è anche poco importante. Ma credo che per esprimere un giudizio del genere, oltre alla totale incompetenza e forse malizia, ci sia, da parte sua, anche tanta tanta invidia.
    Sappia che il Nostro ha appena pubblicato un album di elettronica e, lei non lo sa, si occupa anche di spettacoli di musica “classica”, produzioni varie e arrangiamenti. L’evento del 16 ottobre che lei sottovaluta (la invitiamo a riferirci di sue eventuali esibizioni all’Arenile prima di Dimitri form Paris…) rappresenta per la nostra città un unicum, dal momento che finalmente un artista napoletano non si adegua su tamorre, tarantelle e musica popolare. Roba che comunque Sergio apprezza e ha studiato, perché, si ricordi che, qualunque cosa lei abbia potuto pensare durante l’intervista, si parla di una persona che, tra studi ed esperienze, vive solo di musica ed anche a livelli professionalmente molto elevati.
    E non sarà il Sandro di turno (con tutto il rispetto, io gliene concedo) a far cedere le gambe a un giovane, determinato e preparato musicista.
    Cordialmente
    Roberta

  • scritto da Gianluca Amelio il 16 ottobre 2010

    Buongiorno redazione,
    Complimenti per la vostra iniziaiva è molto interessante, e ovviamente al grande Gennaro Pasquariello..
    A dir la verità ho seguito l’ intervista e ho visto il sito del musicista Sergio Colicchio, a me sembra molto interessante.
    Non mi sembra una cattiva idea valorizzare le novità musicali ed un musicista che ha qualcosa da dire..
    Penso che il sig Belli sia invece un frusrato che non ha niente da dire… perciò rosica e inveisce contro chi si da da fare e allo stesso tempo ha il coraggio di mettere la sua faccia su uno schermo..

    Saluti e continuate così!

  • scritto da valeria il 16 ottobre 2010

    Salve a tutti,
    ho visto l’intervista, tra l’altro molto interessante,al MAESTRO Sergio Colicchio e volevo cordialmente ringraziare tutta la redazione e il signor Gennaro Pasquariello per aver mostrato al pubblico l’importanza di soffemarsi sul durissimo lavoro di un giovane e preparato musicista che ha studiato una vita intera ,rinunciando spesso a mille piacevoli distrazioni,che è stato finalmente in grado di dare spazio ad una “nuova musica”,riuscendo ad amalgamare al meglio stili musicali apparentemente opposti.Non credo ci sia la necessità di sprecare parole per chi rifiuta un’opera d’arte solo perchè giovane e distante dalle tradizioni,invito solo il signor Belli ad ascoltare l’album “BE FAST OR BE LAST” dei TIMING ALPHA, nella sua incredibile musicalità ma soprattutto lo invito a tenere un colloquio di musica col MAESTRO Colicchio…sono certa rimarrebbe spiazzato e particolarmente scosso dalla sua preparazione!
    Cordiali saluti.
    Valeria

  • scritto da Sandro il 17 ottobre 2010

    Non so!!! Il mio era solo un giudizio sincero, un umile opinione da fruitore della musica a 360 gradi.
    Poi quest”attacco al mio giudizio mi da l’impressione che sia espresso da una “clac” , sinceramente poco rapresentata, di persone vicine al “”maestro”".
    Buona serata e buona MUSICA!

  • scritto da Gustavo il 25 ottobre 2010

    E questo chi è!!!!
    Brutto a vedersi e sentirsi….da bocciare!!! Se sto soggetto sarebbe il tanto atteso “artista napoletano che non si adegua su tamorre…” mi sa che stiamo freschi!
    P.S. meglio che si dedicava a “mille piacevoli distrazioni”!!!

  • scritto da London man il 30 ottobre 2010

    Una sola parola…UN RIDICOLO!!!

lascia il tuo commento

ildisco.it: I dischi in redazione

Il disco.it

advertise

Rete dei Festival

Club Tenco

club Tenco

La leva cantautorale

club Tenco

Bravo On Line

Il sito della canzone dei cantautori italiani e della musica di qualità. www.bravonline.it

tag cloud