Ana Popovic – Blind for love

Ana Popovic – Blind for love  (Eclecto Groove Records)

 

Ana Papovic - Blind for love

 

Nata a Belgrado ma residente in Olanda, Ana Popovic sta progressivemente scalando le vette della scena Blues europea e mondiale.

Blind for love è il secondo album dei quattro realizzati per la Eclecto Groove Music di Randy Chortkoff e si presenta come il probabile album con cui fare il salto di qualità sul mercato internazionale. In linea con l’elevata qualità dei prodotti della casa discografica, l’album è prodotto ad un alto livello sia in termini di suoni che di missaggi. Il Blues per cui è conosciuta Ana diventa un pretesto per far ascoltare composizioni con sfumature molto varie, dal funk al rock fino al jazz, tutte suonate e arrangiate ottimamente. I musicisti non hanno nomi altisonanti ma si esprimono ad un livello molto alto; si va dalla sezione ritmica di Ronald Jonker (basso) e Andrew Thomas (batteria), agli special guest come Tony Braunagel (batteria)e Mike Finnigan (tastiere), il tutto ben amalgamato con il suono e lo stile della leader che riesce ad essere personale ed incisivo.  Ana è preparata sia musicalmente che chitarristicamente ed in grado di passare senza problemi dal blues più tradizionale al funky fino ad alcune linee jazzy davvero niente male. Da un punto di vista vocale ricorda molto la Joss Stone di “The Soul Sessions”, e con molto piacere segnaliamo che oltre ad essere l’autrice di musica e testi di tutti i brani ne ha anche curato gli arrangiamenti, dimostrandosi così un’artista completa e dai molteplici interessi musicali. Il disco parte con un brano soul molto tirato “Nothing Personal” in cui viene ben evidenziato il groove e la caratura tecnica della band (sample 1). Si prosegue poi con diversi cambi di stile tutti con qualche piccola soluzione di arrangiamento che li rende estremamente godibili. In particolare in “Steal Me Away” troviamo uno splendido esempio di slide acustica ed un intreccio di voci spettacolare tra Ana e gli ottimi Julie Delgado, Kenna Ramsey e Billy Valentine (sample 2). Tra ballad e brani mid tempo viene fuori chiaramente il talento di Ana sia come cantante che come chitarrista, il cui fraseggio è rispettoso della tradizione e con un gran groove, cosa molto poco frequente al giorno d’oggi tra i chitarristi, anche e soprattutto tra i maschietti. Ogni preconcetto sulle capacità musicali cade ascoltando il solo di “The only reason” (sample 3), shuffle dal groove intenso e coinvolgente.

Concludendo :

Le chitarriste di Blues stanno crescendo e con Ana raggiungono livelli di eccellenza. Assieme a colleghe affermate come Debbie Davies, Susan Tedeschi ed altre, l’ “anima rosa del Blues” è certamente sulla cresta dell’onda in questo momento e merita il massimo rispetto. Blind for love è un ottimo album per una grande artista, ormai lanciata nell’olimpo del Blues. Ne sentiremo sicuramente parlare…

Lino Muoio

(sample 01)   

(sample 02)   

(sample 03)   

scritto da gennaro il 7 gennaio 2010 / lascia un commento

commenti

lascia il tuo commento

ildisco.it: I dischi in redazione

Il disco.it

advertise

Rete dei Festival

Club Tenco

club Tenco

La leva cantautorale

club Tenco

Bravo On Line

Il sito della canzone dei cantautori italiani e della musica di qualità. www.bravonline.it

tag cloud